Il Tirreno celebra il ruolo pionieristico di ErreDue nello sviluppo delle tecnologie per la produzione dell’idrogeno. Non solo innovazione, ma anche gestione aziendale illuminata, le basi per questo primato.

Domenica 7 novembre il quotidiano Il Tirreno ha dedicato un’ampia panoramica a ErreDue: in primo piano il ruolo dell’azienda nello sviluppo delle tecnologie per la produzione di idrogeno. Il racconto ripercorre l’epopea dei tre soci fondatori Enrico D’Angelo, Roberto Saletta e Mauro Marrucci, nella loro ambiziosa e visionaria ricerca nell’ambito della generazione di Idrogeno.

ErreDue dedica ancora oggi importanti risorse alla Ricerca&Sviluppo di tecnologie per la produzione di H2 da fonti rinnovabili, ricoprendo un ruolo fondamentale all’interno della filiera nazionale ed internazionale. L’azienda ha avviato nel 2020 un progetto di sviluppo di una cella innovativa di grandi dimensioni adatta a realizzare un elettrolizzatore alcalino di potenza di 1 MW, con possibilità di installazioni modulari in impianti fino a 3 MW. L’elettrolizzatore che sarà lanciato sul mercato a Gennaio 2022 e sarà pronto per essere prodotto in più esemplari da Gennaio 2023 è composto da due stack da 500 KW, con una produzione fino a 200 Nm3/h di idrogeno.

Il ruolo di capofila che ci compete ci investe anche della responsabilità di convogliare l’attenzione sulle criticità insite nel percorso della cosiddetta conversione ecologica. Produrre idrogeno da fonti rinnovabili é la chiave di volta per decarbonizzare l’industria ma gli ostacoli su questo cammino possono essere numerosi.

Innovazione tecnologica ma non solo: al centro del racconto anche la gestione aziendale illuminata e partecipata che ha sapientemente condotto l’azienda verso i numerosi obiettivi e successi conseguiti fino ad oggi.

Se hai trovato spunti interessanti in questo racconto contattaci per approfondire